Antico moderno contemporaneo

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il monumento della Torre Belforti, sia come memoria storica che come memoria di stratificazioni successive, può essere valorizzato come luogo se è in grado di rinnovare il suo valore culturale e di uso: questo per spiegare che gli scenari proposti sono intesi nello spirito di un utilizzo attivo e non “ingessato” del manufatto. Si ritiene che alcuni interventi, sia se riconoscibili come progetto d’autore o come esito di azioni “spontanee” successive, siano del tutto inadeguati alla valorizzazione, economica e culturale, del monumento: non solo alcuni elementi di arredo e le stratificazioni di oggetti eterogenei, ma anche alcune azioni di miglioramento funzionale (ad es. gli impianti termici), cui è mancata una previsione progettuale degli esiti. L’obiettivo di valorizzazione di un bene in chiave turistico / ricettivo deve, in primo luogo adeguarsi, pur nella sua eccezionalità, ad alcuni standards contemporanei: comfort, lusso, piacere, unicità.Proprio quest’ultima è senza dubbio la dote che la Torre, anche con l’intervento di restauro, “commento” di un maestro dell’architettura italiana come Franco Albini, ci restituisce e che richiede di essere esaltata. In questa direzione, per prima cosa, sono state definite delle strategie progettuali condivise e successivamente un processo di interventi attuabili per fasi, priorità e budget.

Il progetto generale ha definito uno scenario di riferimento raggiungibile  nel tempo e per fasi; ha  perseguito  l’obiettivo di contemplare rispetto allo spirito del nostro tempo il rapporto tra antico e nuovo secondo due chiavi che accentuino le potenzialità ricettive della torre: comfort e ospitalità /comfort e lusso. Gli interventi principali hanno riguardato il rifacimento degli impianti igienico sanitari, l’adeguamento dell’impianto elettrico, l’ integrazione  alcuni elementi di arredo con quelli esistenti. E’ stato fatto uno studio per selezionare gli arredi presenti legati all’intervento di Albini e per ricollocarli insieme ad alcune opere della collezione Jesi.

Torre dei Belforti, Montecatini Val di Cecina

Progetto di ristrutturazione , 2012

con Paolo Valente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...